Linkedin: i consigli per un profilo più efficace

  • 28 gennaio 2016
  • Blog
No Comments

Consigli per Linkedin Linkedin è il social network professionale per eccellenza, una sala riunioni virtuale dove il neo laureato e il top manager di una multinazionale possono condividere opinioni sul mondo del lavoro e dove qualsiasi utente può entrare in contatto con aziende inarrivabili. Per farlo però non basta caricare il semplice curriculum, sperando che possa essere sufficiente per introdursi nel mondo del lavoro sfruttando la corrente del social network, ma serve ben altro. Qualche esempio?

Aggiornare le competenze, diversificare le skill, partecipare a gruppi, utilizzare chat e condividere link.

Ecco allora alcuni semplici consigli per migliorare il vostro profilo Linkedin rendendolo più efficace.

Profilo Linkedin:
Efficacia Linkedin

Completate il profilo in tutte le sue parti potrete anche controllare lo stato di completezza dei vostri dati verificando su “Efficacia del profilo” in alto a destra nella vostra pagina personale. Una volta compilato il profilo dovrete inserire la vostra foto che dovrà essere più professionale e comunicativa possibile.

Vanity URL:

Personalizzate anche il link al profilo inserendo il vostro nome. Il vanity URL deve contenere da 5 a 30 caratteri e potete modificarlo semplicemente dal vostro profilo. Andate su “modifica profilo”,  cliccate sulla rotellina affianco al link del vostro profilo e sulla destra troverete lo spazio per personalizzare la URL.

Impostazioni Privacy Linkedin: 

Per fare in modo che il vostro profilo sia visualizzato dalle aziende è opportuno che tutti i dati siano consultabili. Quindi disattivate le limitazioni legate alla privacy.

Keywords: 

Createvi una lista con le parole chiave che accomunano e caratterizzano la vostra esperienza professionale per poi inseritele nel sommario del profilo e nella vostra qualifica. A proposito di keywords… una recente indagine di Linkedin ha evidenziato le parole più inflazionate sul social network. Medaglia d’oro per “esperto”, termine amato sia dalle aziende che dai candidato di tutto il mondo. Nella classifica delle buzzwords seguono: “soluzioni”, “strategia”, “responsabile”, “leader” e altre parole chiave che tuttavia rischiano di rivelarsi inefficaci perché poco concreti specialmente se non dimostrati dal curriculum. Quindi cercate di essere più descrittivi possibili nelle vostre competenze e mansioni.

Competenze:

Con Linkedin potrete inserire fino a 50 competenze. Il consiglio è quello di non utilizzarle tutte ma concentrarsi a valorizzare solo quelle che coincidono con la vostra esperienza professionale e rispecchiano le vostre capacità anche perché i vostri contatti dovranno poi confermare le vostre competenze, azione che contribuirà ad accrescere la credibilità e il valore del vostro profilo. Una volta aggiornate le vostre competenze, confermate quelle dei profili della vostra rete perché non solo dimostrerete di essere attivi su Linkedin ma sarà un modo per creare contatti con colleghi e users.

Collegamenti: 

Ampliate il più possibile la vostra rete, controllando i profili consigliati e aumentando i collegamenti. Con più di 500 contatti il profilo ottiene infatti un upgrade. Cercate però di controllare la vostra rete di contatti non accettando qualsiasi richiesta. Alla quantità deve anche corrispondere un certo livello di qualità grazie a profili di rilievo perché più sarete consigliati più avrete possibilità di interagire con aziende e utenti professionisti.

Gruppi Linkedin:

Unitevi ai gruppi che riguardano i vostri interessi e competenze. Entrando a far parte dei gruppi corretti avrete modo di interagire con altri utenti e acquisire visite sul vostro profilo. E poi commentate, condividete e interagite come se fosse un qualsiasi social network!

 

Iscritti alla nostra newsletter

Richiedi un'analisi gratuita

Hai un progetto web e vuoi un nostro parere sulle possibilità? Contattaci per una valutazione gratuita e senza alcun impegno

Altri aggiornamenti dal nostro blog

Guarda tutti i nostri post